A tutto gas...

15 Giugno 2021

by Giorgia Tortiello

Tempo di lettura 2 minuti

...Verso l'inquinamento del Pianeta

Qualche settimana fa la rivista The Guardian ha pubblicato un'interessante analisi sui principali responsabili della produzione di rifiuti di plastica monouso al mondo e i dati sono sorprendenti (forse). 

Venti imprese, da sole, producono oltre il 55% di tutti i rifiuti di plastica monouso nel mondo.
Con un impatto drammatico sull’intero ecosistema.

Ma quali sono queste aziende? E perché, da sole, producono più rifiuti di plastica monouso di tutta la popolazione mondiale?

Il Plastic Waste Makers Index elenca le aziende responsabili della produzione massiva di plastica monouso.
Attenzione: si parla di produzione di monouso plastico, non direttamente di rifiuti.
Ma se si considera che solo il 10 - 15% di tutta la plastica usa e getta prodotta viene riciclato, la produzione di monouso plastico coincide con quella dei rifiuti plastici.

Quali responsabili?

A conquistare i primi posti in classifica sono alcune fra le più grandi imprese di petrolio e gas.

Exxonmobil è il più grande inquinatore di rifiuti di plastica monouso al mondo, infatti produce 5,9 milioni di tonnellate alla montagna di rifiuti globale. La più grande azienda chimica del mondo, Dow, con sede negli Stati Uniti, ha prodotto 5,5 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica mentre l'impresa cinese di petrolio e gas, Sinopec, ha contribuito con 5,3 milioni di tonnellate (analisi Minderoo Foundation of Australia).

Di queste venti aziende, undici hanno sede in Asia, quattro in Europa. Segue America del Nord con tre e America Latina e Medio Oriente con una.

Ma come è possibile che queste aziende possano operare in modo quasi indisturbato?

 Essenzialmente per tre ragioni:

  • spesso queste aziende sono finanziate da banche e multinazionali quali Barclays, HSBC, Bank of America, Citigroup e JPMorgan Chase;
  • l’industria di materie plastiche ha goduto per lungo tempo di una regolamentazione minima in materia di produzione e controlli;
  • le società di combustibili fossili, a causa della crescente decarbonizzazione di settori quali i trasporti e la produzione di elettricità, hanno riconvertito parte della loro produzione nel settore della plastica monouso.

Inquinamento da plastica in numeri

I risultati al 2019 sono agghiaccianti:

  • 130 milioni di tonnellate di rifiuto plastico prodotte;
  • meno del 15% della plastica monouso riciclato su scala globale;
  • solo il 2% della plastica monouso realizzato con polimeri riciclati.

Forse non possiamo fare molto contro questi colossi, ma possiamo senz'altro adottare strategie di consumo plastic free che mirino a ridurre la domanda di plastica monouso, disincentivando così la produzione e l'offerta.

Per saperne di più sulla produzione di plastica monouso, sugli Stati più (o meno) virtuosi e sui finanziatori delle più grandi imprese produttrici di plastica usa e getta, potete consultare il sito della Minderoo Foundation.

Fonte: https://www.theguardian.com/environment/2021/may/18/twenty-firms-produce-55-of-worlds-plastic-waste-report-reveals

Share this article

Ultimi insights

iscriviti alla newsletter

vuoi conoscere di più sulla certificazione plastic free?
contattaci

AZIENDA

© Copyright 2021 - 
Plastic Free Certification S.B.R.L.  All Rights Reserved

INFO

P.IVA/Cod. Fis. 02059040671
Privacy Policy

closechevron-rightarrow-uptwitterfacebookenvelopelinkedinellipsis-vxingpaper-planepinterest-pwhatsapp linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram